FANDOM

Fai una domanda...

Occorre distinguere: per i viaggi nel tempo verso il futuro, la risposta è sì: ognuno di noi, infatti, viaggia verso il futuro alla velocità di un secondo al secondo; è però possibile "viaggiare" verso il futuro più rapidamente se ci si sposta ad una velocità prossima a quella della luce. Una caratteristica curiosa della velocità della luce, infatti, è che essa è costante qualunque sia il sistema di riferimento: ipotizziamo un' astronave che si allontani dalla Terra a metà della velocità della luce, ed un raggio laser lanciato dalla terra verso la stessa astronave: la velocità del raggio laser, misurata dalla Terra, è naturalmente pari alla velocità della luce (299792,458 km/s), ma se misurata dall' astronave è, paradossalmente, non pari alla metà (velocità della luce meno velocità dell' astronave che si allontana), ma sempre pari alla velocità intera della luce, perchè lo scorrere del tempo sull' astronave rallenta (quindi anche i cronometri usati per misurare la velocità del raggio laser sono più lenti, e forniscono lo stesso risultato). Un ipotetico "astronauta" che facesse tale viaggio invecchierebbe di meno delle persone rimaste ad aspettarlo sulla Terra.

Per i viaggi verso il passato, invece, il problema è più complesso[1]. Esistono alcune teorie che ammettono la possibilità di un viaggio all' indietro: la teoria delle curve chiuse di tipo tempo ipotizza un continuum spazio-temporale chiuso, in cui un viaggio verso il futuro può avvenire su un percorso chiuso che riporta al punto di partenza (quindi, al passato); un' altra ipotesi sostiene che sia possibile, attraverso i cosiddetti wormholes ("passaggi" tra due pieghe di un continuum spazio-temporale a quattro dimensioni) percorrere delle "scorciatoie" che permetterebbero di spostarsi a velocità maggiori della luce, e quindi a viaggiare a ritroso nel tempo, finendo però in altre sezioni dello spazio. Infine, si ipotizza l' esistenza di particelle, dette tachioni, per le quali la velocità della luce sarebbe il limite inferiore, e che procederebbero all' indietro nel tempo.

Un viaggio nel passato pone inoltre i problemi legati ai "paradossi temporali", violando i principi di causalità: cosa succederebbe se, nel passato, uccidessi mio nonno? o se impedissi alcune scoperte che hanno reso possibile il viaggio nel tempo? Una soluzione proposta è la "teoria dei mondi paralleli": ogni intervento nel passato creerebbe una linea temporale alternativa, diversa da quella di origine (da cui proviene il viaggiatore), con una storia diversa (magari in una l' impero romano non è mai caduto, in un' altra Hitler ha vinto la seconda guerra mondiale...): in tale contesto, se uccidessi mio nonno impedirei la nascita del mio "alter ego" in un universo parallelo, ma io continuerei ad esistere (nella mia linea temporale, mio nonno non è stato ucciso); ovviamente, in un contesto del genere sarebbe impossibile, per un viaggiatore nel tempo, tornare al suo mondo d' origine.

Un ultimo problema, per quanto riguarda i viaggi nel passato, è: se questi sono possibili, ed in futuro qualcuno potrà realizzarli, perchè non abbiamo ricevuto nessuna "visita"? Al momento, a parte la leggenda metropolitana di John Titor (quasi certamente falsa), non esiste nessun indizio di qualsiasi visita.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale