FANDOM

Fai una domanda...

Il morbo di Alzheimer è una demenza degenerativa invalidante ad esordio prevalentemente senile (oltre i 60 anni, ma può manifestarsi anche in epoca presenile - prima dei 60 anni) e prognosi infausta. Prende il nome dal suo scopritore, Alois Alzheimer.[1]

La causa del morbo di Alzheimer è sconosciuta. La malattia è familiare in circa il 15-20% dei casi. I rimanenti casi, cosiddetti sporadici presentano alcuni determinanti genetici. Si riscontra spopolamento neuronale nella corteccia cerebrale, nell'ippocampo e nelle strutture sottocorticali (compresa una selettiva perdita cellulare nel nucleo basale di Meynert), nel locus caeruleus e nel nucleo del rafe dorsale. Svolgono un ruolo nella patogenesi del morbo di Alzheimer le placche neuritiche o senili (composte da neuriti, astrociti e cellule gliali disposte intorno a un nucleo amiloideo) e aggregazioni neurofibrillari a vortice (composte da filamenti elicoidali accoppiati). Le placche senili e le aggregazioni neurofibrillari sono normalmente presenti nell'invecchiamento, ma sono molto più prevalenti nelle persone affette da morbo di Alzheimer. [2]

Il morbo di Alzheimer può essere diviso in vari stadi clinici.

  • La fase iniziale è caratterizzata da perdita della memoria a breve termine, incapacità ad apprendere e ricordare le nuove informazioni, problemi di linguaggio (specialmente nel reperire le parole), cambiamenti dell'umore e alterazioni della personalità
  • Nello stadio intermedio, i pazienti diventano incapaci di apprendere e di ricordare nuove informazioni. La memoria per gli avvenimenti remoti risulta compromessa, ma non del tutto perduta. I pazienti necessitano di aiuto per lavarsi, mangiare e vestirsi.
  • Nello stadio grave, i pazienti sono incapaci di camminare o di effettuare ogni tipo di attività quotidiana e, generalmente, sono completamente incontinenti. La memoria a breve e a lungo termine è completamente perduta. I pazienti possono non essere in grado di inghiottire e di mangiare, rischiando malnutrizione, polmoniti (specialmente da inalazione) e piaghe da decubito.

La diagnosi si basa in genere sull'anamnesi, sull'esame obiettivo, su test di laboratorio e sull'esclusione di altre cause di demenza.

Il declino cognitivo è inevitabile, ma l'entità dell'evoluzione non è pronosticabile. La sopravvivenza varia dai 2 ai 20 anni, con una media di 7 anni. Durante le prime fasi del morbo di Alzheimer, alcuni farmaci che incrementano la neurotrasmissione colinergica, come il donepezil, possono migliorare, almeno provvisoriamente, le alterazioni della memoria.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale